Il girarrosto che passione

Uno dei modi più tradizionali e antichi che esistano per cuocere la carne consiste nell’arrostirla. Fin dai tempi più remoti l’uomo ha ideato una modalità di cottura efficace e pratica che consente alla carne di cuocersi in modo uniforme senza però che il cuoco debba scottarsi stando troppo vicino al fuoco: si tratta del girarrosto.
Il principio di funzionamento del girarrosto è molto elementare. La carne (ad esempio il polo, o il maialino per fare la porchetta) viene infilzata su una lunga asta chiamata spiedo. Questo nome deriva dall’arma che gli antichi romani usavano per andare a caccia di cinghiali, che doveva servire sia ad ucciderli ma anche a tenerli a distanza. Lo spiedo viene collocato sul fuoco attraverso l’ausilio di due supporti, e una persona, da un lato, lo fa ruotare in modo che la carne possa cuocersi in modo uniforme. Il girarrosto è anche un modo di cottura molto salutare, perché in questo modo tutti i grassi presenti nella carne vengono sciolti dal fuoco, ma allo stesso tempo colano facendola insaporire.
Al giorno d’oggi non è necessario azionare manualmente il girarrosto poiché in commercio esistono molti modelli di girarrosto elettrico artigianale. Fino a qualche tempo fa spesso anche il forno domestico veniva venduto con la possibilità di inserire il girarrosto al suo interno. Attualmente questo tipo di elettrodomestico è stato per lo più sostituito dai girarrosto stand alone che possono essere già dotati di una fonte di calore (per lo più elettrica) oppure essere adattati ad un camino, o ad un fuoco acceso all’aperto.
Se si decide di comprare un girarrosto dotato già di fonte di calore, ovviamente, si dovranno affrontare dei costi un po’ superiori ma si avrà a disposizione un prodotto di utilizzo pratico e veloce. Si possono trovare articoli di varie potenze e dimensioni, a seconda del fabbisogno della famiglia. In generale la rotazione è di un paio di giri al minuti, i modelli elettrici sono dotati anche di termostato e di altri apparecchi per la regolazione della velocità e del calore di cottura.
In alternativa è possibile comprare il girarrosto elettrico da posizionare all’interno del forno o del caminetto di casa. Esistono anche modelli che vanno a batteria, così che possono essere usati all’aperto. Anche in questo caso si può optare tra tante varianti: ci sono i girarrosti con un unico spiedo, o con due spiedi, o con uno spiedo e altri spiedini collocati intorno per poter cucinare contemporaneamente diversi tipi di pietanze.